Ora e sempre “Made in Germany”
Un marchio che non richiede presentazioni

Oltre la qualità. Sin dai tempi della ripresa economica successiva al secondo conflitto mondiale il marchio “Made in Germany” in qualsivoglia settore applicativo industriale è stato sempre universalmente riconosciuto come garanzia di qualità: nella realizzazione, nella consistenza dei materiali e nell’affidabilità dei prodotti. La globalizzazione della fine degli anni ’90 ci ha portati a confrontarci con un fenomeno, quello della delocalizzazione della produzione o di parte di essa in paesi con un costo del lavoro più vantaggioso, che si è spesso tradotto in un significativo peggioramento della qualità complessiva del prodotto. Sontheimer invece ha mantenuto l’intera linea di produzione in Germania ed a questi criteri di qualità si ispira, nei fatti e non solo, anche la società che ne cura in Italia in via esclusiva la distribuzione: Blumel. Blumel non è un mero distributore commerciale, ma è per contro in grado, in tempi assolutamente rapidi e con soluzioni improntate alla massima flessibilità, di assemblare e fornire anche commutatori speciali secondo le specifiche richieste del cliente, così da poter assicurare anche personalizzazioni adatte alle più diverse esigenze applicative.